I TUTORIAL DEL BURU: istruzioni per l'utilizzo del telaio in legno e del telaietto metallico

By | mercoledì, ottobre 24, 2012 5 comments
Ben ritrovati cari amici!

Se ben ricordate abbiamo già visto QUANTE E QUALI CREAZIONI E' POSSIBILE OTTENERE CON L'UTILIZZO DI UN TELAIO IN LEGNO , abbiamo addirittura IMPARATO A REALIZZARE UN TELAIO FAI DA TE PER LAVORI A MAGLIA.

La domanda, in questo momento è:
ma come si utilizza questo telaio??
E i telaietti metallici??
Sono tanto diversi??

L'utilizzo del telaio è di una semplicità estrema.

Sicuramente le complicazioni possono essere (ed esseffettivamente sono) solo di due tipi:
- unire le mattonelle lavorate a telaio
- eseguire i nodi in un lavoro a telaio

Ovviamente la Buru ci mette tutta la sua buona intenzione per cercare di esservi utile in ciò.

Andiamo con calma.....
cerchiamo prima di tutto di capire come si posizionano i fili, come si inizia un lavoro al telaio e come si ordisce il filato nel telaio.



Se avete costruito un telaio voi stesse... allora dovrete prima di tutto comprendere come si pisizionano i pioli (o distanziali)








Dovete posizionare i pioli proprio lungo il perimetro della vostra mattonella, NON INSERENDO I 4 PIOLI NELLO SPIGOLO
Nella figura in immagine, per esempio, la mattonella una volta ultimata, avrà le dimensioni indicate dal tratteggio rosso.

Bene!
Cominciamo a lavorare:

Il capo della matassa si trova alla vostra sinistra.

Iniziate a far passare il filo come nelle figure che seguono:




Ora tornate inidetro:



Eseguite più giri fra questi due pioli.
il numero di giri dipende dallo spessore del filato e da quanto volete siano "cicciosi" i vostri "petali"
Ora dobbiamo passare ai due pioli paralleli, più a destra.
Lo facciamo in questo modo:
eseguiamo nuovamente più giri:
Procediamo in questo modo fino ad ultimare tutte le orditure verticali dei fili e ci prepariamo a curcare.
Ecco qui come operare:
A questo punto dovete iniziare ad ordire il filato in orizzontale - eseguite quindi più giri fra questi due pioli prima di passare ai due successivi:
Quando avrete eseguito tutti i giri necessari il vostro lavoro avrà assunto queste "sembianze":

Il telaietto metallico ha un funzionamento del tutto analogo:
una volta aperte le alette del vostro telaio voltate verso di voi la parte liscia: questa è la parte verso cui dovete lavorare.

Procedete proprio come illustrato nelle precedenti figure, con l'unica differenza che, al posto dei distanziali avrete le alette metalliche del telaietto.

Ecco alcune immagini:


Non vi è assolutamente nessun'altra differenza nel procedimento.
Avrete finito di disporre i vostri fili sul telaietto quando il lavoro avrà assunto questo aspetto:


A questo punto dobbiamo solo capire (sia che si trarri di telaio ligneo che di telaetto metallico) COME SI ESEGUONO I NODI IN UN LAVORO AL TELAIO.

Ho preparato un tutorial che troverete, a breve, A QUESTO LINK.

In generale, per chi abbia delle conoscenze in cucito, posso dire che si tratta di eseguire un "punto asola" in ogni punto in cui si incontrano i fili orizzontali con quelli verticali.

Vi consiglio di andare a vedere il TUTORIAL, che vi risulterà di sicuro utile!


AGGIORNAMENTO:
Il metodo di disposizione dei fili appena rappresentato, ha il difetto di avere i quattro lati diversi a due a due: alcuni presentano le sole asole (o occhielli), altri presentano invece un filo di collegamento fra le due asole (detto archetto).
A seconda del metodo che andiamo ad utilizzare per UNIRE I NOSTRI QUADRATI AL TELAIO è bene che questo archetto non sia presente.
Se per esempio UTILIZZO L'UNCINETTO o provvedo a REALIZZARE UNA TRECCIA FRA DUE MATTONELLE ADIACENTI allora la presenza del filo non sarà un problema.

Nel caso in cui decida di dare totale continuità al lavoro COME SPIEGATO A QUESTO LINK ecco che allora sarà necessario evitare la presenza del filo.
Come???
Esistono essenzialmente due metodi.
Se vi interessa conoscerli allora dovete andare a leggere qua: COME UNIFORMARE I QUATTRO LATI DI UNA MATTONELLA REALIZZATA A TELAIO.


A presto mes amigos!
Post più recente Post più vecchio Home page

5 commenti:

  1. Io ho quelli in metallo e il problema è vero non è tanto fare la mattonella quanto poi unirle fra loro. A me non è mai riuscito bene. Però mi hai fatto venire la voglia di ritentare, grazie e complimenti . Ciao Rosanna

    RispondiElimina
  2. Ciao!!!!! Mi sono appena unita al tuo blog che ho trovato meraviglioso!!!! Ho da poco realizzato il telaio in legno con i pioli e cercavo appunto istruzioni per realizzare le mattonelle, il tuo tutorial è spiegato benissimo ti ringrazio tanto e ti seguirò anche per i prossimi e per tutti i tuoi lavori!!!! Marella

    RispondiElimina
  3. il tuo blog è meraviglioso .....io che sono una fissata con il fai da te ......adesso mi hai dato anche l'idea del telaio .......grazie cercherò di provare a farlo è cominciamo a scoprire anche quest'altra tecnica.
    Ciao da Donatella

    RispondiElimina
  4. Ah allora, la tua idea è più geniale! Niente chiodi....lo costruirò così! di modo da poter spostare i pioli in base al lavoro. Capito! ^_^

    mystrawberrynose.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si!!! Vedrai che sarà davvero molto versatile!!

      Elimina